sabato 2 settembre 2006

Incontri ravvicinati del terzo tipo

"Close Encounters of the Third Kind" di Steven Spielberg, quando uscì nel 1977 fu considerato un miracolo di effetti speciali. Oggi, con le meraviglie del CGI, fa quasi sorridere, anche se l'arrivo della nave madre è sempre un bel vedere. Fu il primo film che andai a vedere dopo essermi fatta una rosolia con fiocchi e ne rimasi entusiasta, visto che allora ero una specie di Mulder ante-litteram che si cibava dei libri di Peter Kolosimo. Da allora, ogni volta che usciva un'edizione speciale l'ho sempre comperata (anche se devo ancora capire qual'è la versione definitiva delle almeno tre uscite).
In concomitanza con l'uscita del film ci fu una fenomenale ondata di avvistamenti e perfino un cantautore impegnato come Eugenio Finardi cantava "extraterrestre, portami via..." (anch'io stavo con il naso per aria, sognando di vedere almeno un ufino, niente!)
Ora di UFO non se ne parla ormai più (finita la guerra fredda gabbato lo santo?), ed è bello ricordare qualcosa che ormai appartiene al lontano passato.

1 commento:

Senpai ha detto...

Sicuramente da tenere di fianco a 2001...
Ma mi manca, forse l'edizione su DVD non mi aveva convinto...