mercoledì 6 settembre 2006

Il Dottor Stranamore, ovvero come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba

Questo post è dedicato a George W. Bush e a Mahmoud Ahmadinejad.
E' la scena finale di una delle più dissacranti satire sul militarismo di Sua Immensità Stanley Kubrick, "Il Dottor Stranamore, ovvero come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba".
Assolutamente inarrivabile Peter Sellers nel triplo ruolo del capitano Lionel Mandrake, del Presidente Muffley e del Dottor Stranamore, un curioso scienziato dall'accento tedesco (parla un pò come Schwartzenegger imitato da Jay Leno), che si rivolge al Presidente chiamandolo "Mein Fuehrer!" Geniale la battuta finale: "Mein Fuehrer, io cammino!"

La canzone sui titoli di coda è "We'll Meet Again" cantata da Vera Lynn.

2 commenti:

Senpai ha detto...

E poi c'è gente che dice di non sopportare Kubrik!!! Ma come si fa!!!!!!
Sempre grande paperotta! ;-)
Fai i post che vorrei fare io se avessi tempo :-) :-)
Meno male così a me rimangono quelli cretini ;-)

Bhikkhu ha detto...

Mitico! Uno dei miei film preferiti!
Chissà se Kubrick aveva previsto che negli USA sarebbero andati al potere i discepoli degli ideologi nazisti...