domenica 20 agosto 2006

Toshiro Mifune



Un assoluto gioiello della cinematografia di Akira Kurosawa: L'angelo ubriaco (Yoidore tenshi) del 1948.
Ricordo di averlo visto per la prima volta durante una memorabile rassegna retrospettiva trasmessa da Raiuno il sabato sera alle 23:00 migliaia di anni luce fa (almeno 20), durante la quale furono presentati quasi tutti i capolavori in costume e di ambientazione moderna del maestro dei maestri. Meno male che avevo già il videoregistratore perchè sono film letteralmente spariti dalla programmazione (Ghezzi?? Se ci sei batti un colpo!)
In questo film c'è perfino un sorprendente Toshiro Mifune che balla al ritmo di "Jungle Boogie" cantato da Shizuko Kasagi in stile Cab Calloway ("heidi-heidi-heidi-hi!").
Avevo una vera passione per Mifune allora, e tanto feci che scovai l'indirizzo della sua casa di produzione e scrissi per richiedere un autografo, che mi giunse puntualissimo, con foto.
Qui sotto Mifune è in "Sanjuro" del 1962, sempre di Kurosawa, dove fa sfoggio di destrezza con la katana. Il film precedente di genere chambara "Yojimbo" fu copiato pari pari da Sergio Leone e divenne "Per un pugno di dollari", ma questa è una storia che racconterò nella prossima puntata.

2 commenti:

dearwanda ha detto...

Wow, il cinema tutto per me!! Ma che fai mi proietti film giapponesi? Di-vi-na! Pero' la kasagi la trovo veramente scimmiesca...Allora aspetto la prossima puntata per saperne di piu' sul rifacimento di Leone.

Lameduck ha detto...

Ciao carissima! Colpa tua, mi hai fatto ricordare il mio passato "giapponese" ;-)
Se passi dal club anche lì c'è qualcosa di giapponese, veramente insospettato. E ho in programma qualcosina di veramente carino di Kitano prossimamente.
ciao