lunedì 18 settembre 2006

1941 Allarme a Hollywood

Considerato dai più uno dei pochissimi flop di Steven Spielberg, "1941" è un film molto interessante per il modo in cui ritrae, utilizzando il linguaggio dello slapstick, la tipica paranoia americana da invasione.
E' uno Spielberg ancora giovane, scanzonato e privo di quella pomposità che ogni tanto traspare nelle opere successive come "Salvate il soldato Ryan" e "A.I.".
Sicuramente non un capolavoro come "Stranamore" di Kubrick, il film però si guarda con piacere, se non altro per il ricchissimo cast che comprende John Belushi, Christopher Lee e addirittura Toshiro Mifune nella parte del comandante del sottomarino giapponese.

2 commenti:

dalia nera ha detto...

Cara Direttrice Lameduck,
le scrivo questa breve lettere perché sono preoccupato. E anche un pò triste.
E' da un pò di giorni che la programmazione del Kino Lameduck mi pare sia ferma.
Spero sia solo una pausa.
Con tutti questi maledetti multisala, non vorrei che lei abbia deciso di chiuderlo.
Se fosse così, non me ne darei pace, perché per me il Kino Lameduck è diventato l'ultimo serio baluardo contro quella macchina del profitto e dell'industria in cui si è irrimediabilmente trasformato il cinema.

Suo fedele ammiratore

dalia nera

Lameduck ha detto...

Cara Dalia
ci sono stati dei problemi su Blogger, ma ora siamo tornati operativi.
ciao!